Performance

LA PERFORMANCE NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Il tema delle performance, del loro sviluppo e della loro gestione è diventato istituzionale e riconosciuto dalla normativa italiana, la quale sostiene la necessità di individuare, misurare e valutare le performance delle Pubbliche Amministrazioni, affinché esse rendano conto ai cittadini delle attività svolte e abbiano una costante tensione al miglioramento.

Nella scuola quello del performance management è tuttavia un tema complesso, rispetto al quale non si può ragionare per adempimenti, ma che deve essere affrontato con strumenti teorici chiari e soprattutto con costanti applicazioni pratiche, al fine di innescare quei processi di apprendimento realmente utili al cambiamento organizzativo.

Il decreto legislativo 27 ottobre 2009 n. 150, attuativo della legge 4 marzo 2009 n. 15, introduce il concetto di performance nella Pubblica Amministrazione, indica le fasi in cui articolare il ciclo della performance ed individua i meccanismi da attivare per misurare, gestire e valutare la performance di un’amministrazione pubblica.

Le pubbliche amministrazioni devono gestire la propria performance:

  • pianificando ovvero definendo obiettivi strategici ed operativi e collegandoli      alle risorse,
  • definendo un sistema di misurazione ovvero individuando gli indicatori per il      monitoraggio, gli obiettivi e gli indicatori per la valutazione delle      performance dell’organizzazione e del personale
.
  • monitorando e gestendo i progressi ottenuti misurati attraverso gli indicatori      selezionati
  • ponendo in essere azioni correttive per colmare tali scostamenti

Per capire come e quanto funziona il proprio sistema di gestione, la scuola può sviluppare un’analisi organizzativa con  1)una check list per compiere un’autoanalisi delle caratteristiche e del funzionamento del sistema di misurazione e valutazione della performance organizzativa 2) un  sistema di misurazione e valutazione con criteri e indicatori sempre più specifici 3) una pianificazione del miglioramento aggiornabile

Il D.Lvo 33 /2013 rilancia il concetto di performance di una pubblica amministrazione sotto il profilo della trasparenza nell’ art. 10 commi 4-5-6:

“4. Le amministrazioni pubbliche garantiscono la massima trasparenza in ogni fase del ciclo di gestione della performance.

5. Ai fini della riduzione del  costo  dei  servizi,  dell’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, nonchè del conseguente  risparmio   sul   costo   del   lavoro,   le   pubbliche amministrazioni  provvedono  annualmente  ad  individuare  i  servizi erogati, agli utenti sia finali che intermedi, ai sensi dell’articolo 10, comma 5, del decreto  legislativo  7  agosto  1997,  n.  279.  Le amministrazioni provvedono altresì alla contabilizzazione dei  costi e all’evidenziazione dei costi effettivi  e  di  quelli  imputati  al personale per ogni servizio erogato, nonchè al monitoraggio del loro andamento  nel  tempo,  pubblicando  i   relativi   dati   ai   sensi dell’articolo 32.

6. Ogni amministrazione presenta il  Piano  e  la  Relazione  sulla performance di cui all’articolo 10, comma 1, lettere  a)  e  b),  del decreto legislativo n. 150 del 2009 alle associazioni di  consumatori o  utenti,  ai  centri  di  ricerca  e  a  ogni   altro   osservatore qualificato, nell’ambito di apposite giornate della trasparenza senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica”