Bacheca sindacale

albo_sindacale[1] Pagina dedicata alla bacheca sindacale gestita dalle RSU interne all’istituto.

 

 

la FLCGIL comunica:

Al via le domande di mobilità nella scuola.
Online la nostra guida

Il quadro delle “regole” e della normativa che consente al personale docente, educativo e ATA a tempo indeterminato di presentare domanda di trasferimento volontaria, da un grado di scuola ad un altro, dall’insegnamento in una classe di concorso ad un’altra, da un profilo ad un altro della stessa area per il personale ATA, è stato definito. Vai allo speciale.

L’11 aprile è stato firmato definitivamente il contratto integrativo sulla mobilità per il prossimo anno scolastico. Il nostro commento e la scheda di sintesi.
Contestualmente è stata anche sottoscritta l’Ipotesi di contratto sulle modalità di assegnazione alle scuole dei docenti titolari su ambito: sono state definite regole e procedure oggettive che riportano centralità al collegio dei docenti sulla “individuazione per competenze”. Il comunicato unitario e il nostro commento.

La pubblicazione dell’OM 221/17 ha dato avvio alle procedure per la presentazione delle domande di mobilità. Con l’OM 220/17 si forniscono le indicazioni per gli insegnanti di religione cattolica. Entrambe sono state trasmesse con la nota 16128/17. Leggi la notizia.

Scadenze

I primi a presentare domanda saranno i docenti e il personale educativo, che avranno tempo dal 13 aprile fino al 6 maggio. Il personale ATA, invece, potrà farlo dal 4 maggio fino al 24 maggio. Calendario completo delle operazioni.

Devi presentare domanda?

Nel nostro vademecum viene riassunta la normativa e fornite utili informazioni e indicazioni per districarsi nella compilazione delle domande. Scarica il vademecum.
Sul nostro sito anche i modelli, le dichiarazioni e le autocertificazioni da allegare alla domanda. Scarica la modulistica e i fac-simile delle autocertificazioni. A breve saranno anche disponibili alcuni video nel nostro canale YouTube.

Rimani aggiornato

Se non vuoi perderti nemmeno un aggiornamento segui il nostro speciale, #mobilitati!

Con la nota 5314 del 10 marzo 2017, il MIUR ha fornito alle istituzioni scolastiche alcune istruzioni operative per la gestione della Carta del docente relativa all’anno scolastico 2016/2017. Dopo le nostre sollecitazioni, nella nota è stata anche indicata la soluzione per correggere le eventuali dichiarazioni errate relative alle spese sostenute da settembre a novembre 2016.

Al primo accesso all’applicazione online della carta docente, viene chiesto di generare un’autocertificazione relativa alle spese sostenute prima dell’attivazione della stessa (dal primo settembre al 30 novembre). In diversi casi, sono stati dichiarati importi errati (relativi alle spese dell’anno precedente, relative a spese non riconoscibili, ecc.). Questa dichiarazione ha decurtato immediatamente la carta dell’importo corrispondente.
Nel caso ci si trovi in tale situazione ora è possibile annullare l’intera autocertificazione ottenendo il ripristino dei fondi originari. Non è possibile modificarla, ma solo annullarla. L’annullamento può essere richiesto alla scuola di servizio (o a qualsiasi istituzione scolastica, per i docenti in posizione di comando o collocati fuori ruolo) entro il 20 maggio 2017 utilizzando il modello allegato alla nota. Successivamente la scuola provvederà ai relativi adempimenti e a decorrere dal 15 giugno la consistenza della carta sarà integrata degli importi erroneamente dichiarati. L’importo della carta non speso nell’anno corrette resta comunque disponibile per l’anno successivo.
Ricordiamo che la dichiarazione delle spese sostenute fino a novembre deve avvenire non oltre il 28 aprile 2017.
La nota contiene anche numerose altre indicazioni, in particolare per le procedure a carico delle scuole, sulle quali pubblicheremo a breve una scheda riepilogativa.

Integrazione 2017 alla Contrattazione integrativa regionale

REGISTRAZIONE SPiD

Indicazioni e suggerimenti per l’uso della carta docente 

ESPERO  
Relazione assemblea